Aggiornamento Regionale Arbitri e Giudici: la chiusura di un cerchio

18/01/2023

È la chiusura di un cerchio. Dopo esattamente tre anni, gli arbitri e gli osservatori regionali dei principali sport di squadra, sono tornati a trovarsi per l’aggiornamento tecnico annuale. 
A far da cornice all’incontro è stato l’Oratorio SACER di Cernusco sul Naviglio che, sabato 14, ha ospitato più di 150 persone tra Arbitri, Osservatori e Addetti ai lavori appartenenti ai
Comitati Territoriali Lombardi, nonché le alte cariche del Csi, quali il Presidente
Nazionale del Csi Vittorio Bosio. Che ha accolto i presenti con un intervento significativo, istituzionale ma, in primis, umano come non manca mai di essere e di dimostrare in ogni occasione. Ha analizzato la situazione attuale in relazione alle conseguenze sull’attività, e sulle persone, portate dalle pandemia. Dei cambiamenti che verranno introdotti dalla nuova riforma dello sport che entrerà in vigore a Luglio e, soprattutto, di come non bisogna mai dimenticarsi che, prima che Arbitri, Osservatori, atleti e dirigenti, siamo persone. Ed è questo l’aspetto che fa di lui un “presidente al nostro fianco”, e non un presidente al di sopra di tutto.
L’incontro è poi proseguito sotto la “guida” e l’intervento del Mental Coach Matteo Vagli, il quale ha in un ora circa spiegato e analizzato l’importanza dell’allenamento mentale ai fini della qualità della prestazione sportiva, nonché l’assoluta importanza della comunicazione, verbale e non. Al termine degli interventi gli invitati sono stati divisi per disciplina per effettuare i test tecnici scritti. a spezzare la giornata un momento di aggregazione con il pranzo, prima di tuffarsi nuovamente in un pomeriggio di lezioni tecniche per disciplina, tenute dai formatori regionali, nel quale è stato fatto un refresh sulle direttive regolamentari e sugli adempimenti sportivi in vista delle fasi regionali della stagione in corso. 
Si era svolto al SACER l’ultimo incontro regionale in presenza; al SACER il primo incontro tecnico post pandemia, come a voler ripartire da dove ci si era fermati e dare un colpo di spugna alle difficoltà di questi ultimi anni.