Formazione


 

 

 

Il servizio della Formazione

 

Il servizio della formazione si propone diversi obiettivi, tra cui:

  1. Far conoscere agli operatori delle Società affiliate il Progetto Sportivo Educativo del Centro Sportivo Italiano
  2. Dare loro le competenze tecniche per raggiungere la migliore qualità possibile nella pratica sportiva sul terreno di gioco
  3. Far acquisire le indispensabili capacità per condurre bene una squadra o una Società.
  4. Arrivare alla miglior gestione dei rapporti umani, sportivi, educativi tra dirigenti, atleti, arbitri, genitori, ecc. … per far emergere quei valori di umanità che sono alla base del nostro essere: amicizia, solidarietà, rispetto delle persone e delle regole …
  5. Sviluppare l’esperienza di quelle qualità umane “trasversali” (saper ascoltare, saper comunicare, saper motivare, saper fare gruppo, saper educare sportivamente, saper essere empatici, ecc.), che le società vogliono gestire e sviluppare, le quali rafforzano e conferiscono la tecnica e la pratica educativa sportiva cristiana, nonché la professionalità e la personalità di tutti noi collaboratori.

 

I corsi principali sono rivolti a quattro categorie di educatori sportivi:

  1. Allenatori              2. Dirigenti              3. Arbitri e Giudici             4. Animatori in Oratorio

 

NOTE COMUNI A TUTTE LE DISCIPLINE SPORTIVE

1) ALBO PROVINCIALE/NAZIONALE EDUCATORI SPORTIVI

In relazione al regolamento del Sistema Formativo CSI– CEAF , il Comitato Territoriale provvederà ad iscrivere nell’Albo Nazionale degli Operatori Associativi, con validità di due anni, tutti coloro che nei vari ruoli abbiano conseguito o che conseguiranno la qualifica di base di:

  • Allenatore/Istruttore (varie discipline sportive)
  • Dirigente arbitro di società sportiva
  • Arbitro – Giudice di gara
  • Amministratore Giustizia Sportiva
  • Dirigente di società sportiva

 

L’ALBO Provinciale verrà aggiornato periodicamente e rappresenterà lo strumento principale di verifica per valutare i requisiti minimi richiesti ad ogni operatore ed il relativo mantenimento nell’Albo. Sarà cura del Comitato Territoriale integrare e aggiornare l’albo per ogni iscritto, in base alla effettiva partecipazione ai corsi di formazione/aggiornamento tecnico previsti nel corso di ogni stagione sportiva.

2) CRITERI DI PARTECIPAZIONE E MANTENIMENTO NELL’ALBO TECNICI

Ogni tecnico, per il mantenimento della qualifica di “Allenatore di 1° grado”, dovrà partecipare, nel corso degli anni successivi ad almeno cinque ore di aggiornamento tecnico, previsti nel Piano Annuale della Formazione a livello Provinciale e/o Regionale CSI. Sarà cura del Comitato di Lecco organizzare tre incontri di aggiornamento annuali.

Sarà cura della segreteria verificare l’attestazione delle presenze alle varie iniziative formative indette a livello locale e/o regionale. Nel caso che il tecnico, abilitato CSI, partecipi ad altre iniziative formative indette da altri Enti e/o Federazioni, dovrà presentare alla Segreteria, apposita attestazione comprovante la partecipazione al corso per il corrispondente riconoscimento.

3) ALLENATORI: Allenare per educare

È un presupposto fondamentale per innalzare la qualità delle attività sportive promosse dalle società che intendono mettere al servizio di giovani ed adulti operatori con maggiori competenze.

L'allenatore è un punto di riferimento per i moltissimi ragazzi appassionati di sport, che attraverso di esso, si sperimentano nel rispetto delle regole, dell'altro, di sé stessi.

Attraverso il gioco si impara a riconoscere e gestire le proprie emozioni e quelle dell'altro. Il gioco promuove lo sviluppo cognitivo, stimola la memoria, l'attenzione, la concentrazione, favorisce lo sviluppo di schemi percettivi e le capacità di confronto.

L'allenatore è un educatore, non solo una figura tecnica, e proprio per questo ha bisogno di formarsi, di crescere e di confrontarsi.

La chiave-di volta per l'allenatore è l'uso dell'ascolto attivo. Una modalità di interagire con l'atleta in termini di valorizzazione e promozione della persona, che richiede lo sforzo di assumere il punto di vista dell'altro, sintonizzandosi con il suo stato emotivo.

Allenare vuol dire imparare ad entrare in relazione con l'altro, dandogli gli strumenti per apprendere i fondamentali di una disciplina in una prospettiva non finalizzata alla vittoria, ma al saper dare il meglio di sé.

Il percorso formativo per gli allenatori deve essere un continuum, lungo tutta la vita sportiva, che, arricchito dalla partecipazione a Clinic di aggiornamento, permetterà a molti di comprendere strategie e modalità per trasformare una seduta di allenamento in un'occasione di crescita e di apprendimento, non solo sportivo!