Verso il S.Natale con "Vedrai che bello", la proposta per lo sport in oratorio

22/11/2017

Durante l’avvento siamo invitati a riscoprire la bellezza dello sport come spazio e tempo di esperienza autentica di incontro con Dio. Scegliamo tre parole che possono essere presentate ai ragazzi secondo le esigenze e preferenze degli allenatori ed educatori. Le tre parole scelte prendono il via dalla riflessione sul brano di Gv 1,13-19 e vengono poi declinate sullo sport.

 

Prima Parola: la bellezza di fare squadra. I discepoli di Giovanni non vivono da soli ma condividono un cammino, condividono una scelta e una ricerca. Per questo motivo insieme interrogano Giovanni ed insieme si lasciano guidare da lui verso il Cristo. In qualche modo possiamo dire che fanno squadra e comprendono la ricchezza di camminare insieme. Suggeriamo di individuare immagini sullo sport dove emerga il valore e la bellezza di fare squadra, la presa di coscienza di come si possa vincere solo se si lotta tutti insieme per un ideale.

 

Seconda Parola: la bellezza di migliorarsi. I discepoli di Giovanni non concludono il loro percorso e il loro discernimento quando incontrano Gesù. Egli li invita a “venire e vedere”, non gli dice che ora hanno finito di faticare. Il discepolo essendo in cammino deve continuare sempre a migliorarsi. Anche nello sport non ci si può sedere sugli allori ma occorre continuare a migliorarsi per non accontentarsi del minimo. Suggeriamo di individuare immagini sullo sport dove emerga il valore e la bellezza della tenacia, della ricerca di migliorare sempre più per far emergere la ricchezza che si nasconde dietro la perseveranza.

 

Terza Parola: la bellezza della diversità. Abbiamo notato come i discepoli vivono un’esperienza comune, come fanno squadra, come devono migliorarsi ma non dimentichiamo che occorre fare scelte personali. Ogni discepolo deve imparare a vivere la propria personalità, la diversità del gruppo perché proprio nella diversità emergono i carismi e i doni per la squadra. Suggeriamo di individuare immagini sullo sport dove emerga il valore e la bellezza della diversità come accoglienza.

 

Invitiamo le squadre a scegliere una delle tre parole o tutte: sarà bello richiamarle, farne oggetto di confronto e di riflessione. Lanciamo anche l’invito ad un piccolo concorso … racconta con una fotografia cosa vogliono dire per te e per la tua squadra queste parole. Durante il momento del natale dello sportivo si potranno condividere questi racconti e queste immagini: verrà premiata la fotografia più significativa con il dono di un pallone dello sport praticato.

 

La festa di Natale nelle società

È importante scegliere un momento di festa per annunciare e pregustare la gioia del Natale, durante il quale l’annuncio della gioia divenga un augurio reciproco. Suggeriamo come sempre che sia fatto coinvolgendo tutte le realtà che quotidianamente crescono in oratorio e sfruttando questa occasione per spingersi anche verso altri contesti (magari con gesti concreti di solidarietà).

La Messa è il centro dell’annuncio della gioia, per questo sarà un momento al quale dedicare particolare cura. La condivisione del momento del pranzo o della cena è sempre motivo di gioia, perché aiuta la comunicazione in un clima disteso. Si potrà prevedere un pranzo poco pretenzioso, durante il quale tutti siano invogliati a partecipare.

Di seguito mettiamo la preghiera per il Natale dello sportivo, da recitare tutti insieme nei vari momenti di festa.

 

Preghiera per il Natale dello sportivo

Grazie Signore perché in questo tempo

abbiamo accolto il tuo invito

e siamo riusciti a vedere quanto è bello stare con te.

Sui nostri campi e nelle nostre palestre

abbiamo vissuto tantissime esperienze veramente belle.

Siamo riusciti a rendere bello il nostro stare insieme

impegnandoci a fare squadra,

siamo riusciti a rendere bella la nostra fatica

che ci ha portato a migliorarci,

siamo riusciti a guardarci come fratelli

riuscendo di più ad apprezzare la diversità come dono.

Vieni Signore e resta con noi e nelle nostre squadre,

vieni in questo Natale e abita i nostri campi:

aiutaci sempre a rendere belli lo sport e tutta la nostra vita.

Amen.