A Molteno gruppi sportivi insieme per prepararsi al Natale

22/12/2017

La festa in preparazione al S.Natale come momento per sottolineare l'importanza dello sport nella crescita educativa dei ragazzi. Nella serata di giovedì 14 dicembre, presso il palazzetto dello sport all'oratorio di Molteno con la comunità pastorale si sono ritrovati tutti i gruppi sportivi del paese, rappresentati dai ragazzi, dai dirigenti e dagli allenatori: Polisportiva San Giorgio, pallamano Handball San Giorgio e San Giorgio Volley.

La S.Messa è stata concelebrata da don Francesco Beretta e don Massimo Santambrogio. Un momento semplice, prima del Natale, per rileggere la propria esperienza sportiva alla luce della testimonianza cristiana. 

"L'anno scorso abbiamo ricordato che Gesù era un grande sportivo: nella sua vita ha percorso tanti chilometri dalla Giudea alla Palestina e ha affrontato tante fatiche" ha esordito don Francesco. "Quest'anno invece guardiamo ai discepoli: anche loro, se volevano seguire Gesù, dovevano essere dei grandi sportivi, pronti a mettersi in gioco, ad accettare i propri limiti e quelli degli altri, ad affrontare il deserto e le salite. Essere sportivi è una caratteristica importante, altrimenti non si riesce a stare dietro a Gesù e non si coglie a pieno lo spirito: il cammino e le fatiche. Per essere bravi cristiani, occorre continuare a seguirlo". 

La sportività però non deve essere intesa nel senso meramente fisico, di un atleta che continua a correre per perseguire il suo obiettivo. "Questo essere sportivi dobbiamo leggerlo in senso spirituale, come un insieme di tutti i bei valori che ritroviamo nello sport. Tutti noi siamo chiamati a non arrenderci di fronte alle difficoltà, a saper valorizzare le nostre capacità nel ruolo che ci viene assegnato. Voi ragazzi siete i più fortunati: conoscete questo spirito più da vicino, praticando l'attività sportiva".

Lo sport quindi non deve essere che un mezzo per crescere e assumere una buona condotta cristiana. "Lo sport, quello vero, ci aiuta a vivere il Vangelo, anzi, è la miniera stessa del Vangelo perchè trasmette amore, perseveranza, pazienza. Dobbiamo saperlo applicare nella vita di tutti i giorni per essere atleti di Cristo. Nello sport non bisogna solo essere bravi perchè se manca Gesù, lo si è solo a metà. Solo con lui si diventa dei veri sportivi. Chiediamo a Maria di pregare per noi, affinché possiamo usare lo sport per correre dietro a Gesù". 

Un gruppo di ragazzi ha portato i doni all'altare al momento dell'offertorio mentre prima della conclusione è stata letta la preghiera dello sportivo.

Le immagini della festa 

Tratto da Casateonline