"Homelimpiadi" ginnastica artistica e ritmica giocano "in casa"

06/06/2020

Non si possono fare le gare nei palazzetti? Ok, allora si fanno lo stesso, ma da casa. In diretta, on line.

Si chiamano “Homelimpiadi”,  riguardano la ginnastica artistica e la ritmica e si svolgeranno in via telematica il 13 e 14 giugno. Al livello regionale. Le prime tre ginnaste si qualificheranno per la fase nazionale (sperando che si possa svolgere, sempre on line).

E’ la proposta che il Csi ha fatto alle società di ginnastica al solo scopo – si legge nel documento di lancio della iniziativa - “di mantenere viva negli atleti, istruttori e società sportive, la voglia di stare insieme, di allenarsi e di portare avanti i valori positivi che ci insegna lo sport”.

Insomma si compete a distanza per non subire lo stop che la pandemia ha imposto. Quindi, come per la scuola è stata introdotta la didattica a distanza, così nella ginnastica si sono introdotti gli allenamenti condivisi via computer, ed ora arrivano anche le gare da casa. Nella ginnastica, a differenza della scuola, non esiste alcun obbligo di partecipazione. E le “Homelimpiadi” verteranno su un solo attrezzo: il corpo libero.

Tramite la piattaforma Webex la ginnasta iscritta verrà chiamata ad una data ora, nel giorno stabilito, eseguirà il suo esercizio in diretta davanti al computer o al tablet tenuto da un famigliare, con il suo bel body e senza musica; due giudici e un direttore di gara la vedranno e giudicheranno. Al fine di stilare una classifica.

Per il Comitato di Lecco hanno aderito 59 ginnaste suddivise in varie categorie. Sono le portacolori di tre società. Sono 27 le ginnaste iscritte per la Ginnastica Bernate 2016, 23 quella della Giocosport Barzanò e 9 le ginnaste della Libertas Merate.

Vai alla pagina di presentazione dell'iniziativa

Antonello Sanvito