Links utili

Csi Nazionale Csi Lombardia Leccosportweb CSIPOINT

NATALE CSI, PER UNO SPORT CHE CREA E RICREA L'UOMO


I dirigenti provinciali, gli operatori delle commissioni e dei centri Zona, gli arbitri dei gruppi provinciali ed i dirigenti delle società sportive Csi si sono ritrovati mercoledì 14 dicembre a Lecco per il tradizionale momento di riflessione, di preghiera e di scambio augurale del Natale Csi.
Quest’anno l’iniziativa vuole condividere alcuni aspetti con le analoghe manifestazioni organizzate dalle società sportive. “Per uno sport che crea e ricrea l’uomo” è infatti il filo conduttore che unisce le celebrazioni natalizie in programma sul territorio lecchese. La serata provinciale ha di fatto aperto questo ricco programma di iniziative, nelle quali ogni gruppo sportivo propone ai propri atleti e dirigenti un suo palinsesto, legato agli altri dall’invito a vivere un comune momento di preghiera incentrato sul tema proposto.
Ad ospitare il Natale Csi del Comitato è stata la comunità sportiva dell’Aurora S.Francesco Lecco, ormai prossima all’apertura delle celebrazioni del 50esimo di fondazione, in programma nel 2012.
I dirigenti provinciali ed i dirigenti di società presenti hanno pregato insieme con intensità, guidati dal Consulente Ecclesiastico don Luigi Pisoni nella celebrazione della S.Messa.
Don Luigi ha proposto durante l’omelia una bella riflessione sul filo conduttore della proposta. “Come ogni azione creativa è un’opera che continua la creazione divina, come ogni persona che incontriamo, così l’impegno dell’educare con lo sport concorre alla medesima opera creatrice; infatti ogni persona significativa che incontra i ragazzi lascia in loro un segno che concorrerà alla loro crescita e maturazione.”
Dal creare con lo sport al ricreare con lo sport. “Siamo davvero capaci di suscitare uno sport che sia occasione di gioia e di divertimento?” si è domandato don Luigi, prima di invitare i presenti a riflettere sulla complessità della società odierna, spesso affaticata ed affannata. Allora se lo sport si libera delle sue esasperazioni agonistiche, se si libera dalla ricerca della vittoria a tutti costi può essere un ottimo strumento per ricreare l’uomo, “per offrigli una nuova chance di sentirsi realizzato”.
Ma per poter concorrere a creare e ricreare, lo sport deve essere uno strumento capace di non far perdere di vista l’orizzonte dell’Infinito, la via della Luce, “il sole nel Natale di Gesù”.
A fine celebrazione il Presidente Carlo Isacchi, prima del momento dedicato allo scambio di auguri, ha invitato i dirigenti della sua squadra ed i dirigenti delle società a guardare al Natale come occasione “per riflettere sulla qualità del nostro operato nel settore dello sport ed a riscoprire e rafforzare un’azione educativa disinteressata nei confronti dei ragazzi che fanno sport nelle nostre squadre”.