Links utili

Csi Nazionale Csi Lombardia Leccosportweb CSIPOINT

IL PRESIDENTE ISACCHI: "NELLE FINALI DEI TORNEI CI SIANO CORRETTEZZA E SPORTIVITA'"


Con l’avvicinarsi delle finali dei campionati provinciali ho avuto notizia che non su tutti i campi di gioco si stanno rispettando le regole fondamentali del Csi. Sono venuto infatti a conoscenza di episodi di furberie, prepotenze e minacce, al punto che ci sono squadre che preferiscono perdere a tavolino pur di non giocare sul campo avverso.

Anche nel nostro sport insomma si respira quel malessere che interessa la nostra società, che oltre ai valori cristiani sta perdendo gli importanti principi della convivenza civile.

E’ possibile che ci siano allenatori che incitano alla violenza? Che nel pubblico ci sia chi insulta l’arbitro già al suo secondo fischio? Perché invece non provare la soddisfazione di vincere la propria partita giocando con tutto l’impegno agonistico, ma nei limiti della sportività e correttezza?

Ci sono ancora squadre che accolgono gli avversari come amici con cui giocare un bell’incontro? C’è ancora chi accoglie l’arbitro con la dovuta cortesia? Spero proprio di si, anzi sono sicuro che è così nella grande maggioranza delle nostre società sportive.

Però so anche che non tutti hanno comportamenti da veri sportivi, c’è chi si prepara alla partita come ad una sfida da vincere ad ogni costo, anche andando oltre i limiti delle norme sportive, dell’educazione e del buon vivere civile.

Vorrei ricordare ai Presidenti ed ai dirigenti di saper vigilare sul comportamento dei propri atleti ed allenatori, affinché si creino sui campi di gioco le condizioni ideali per lo svolgimento delle gare. I ragazzi “esuberanti” non vanno allontanati, perché sono quelli che più di altri hanno bisogno di respirare un clima civile di convivenza e sportività, ma vanno riportati ad un
comportamento sportivo, educato, leale.

Con questo auspicio auguro a tutti un buon finale di stagione.

Il Presidente
Carlo Isacchi